CESAR – FONDAZIONE MONS. CESARE MAZZOLARI: REINSERIMENTO ECONOMICO E SOSTEGNO AGRICOLO PER I MALATI DI LEBBRA (SUDAN)

NOME ASSOCIAZIONE: CESAR – FONDAZIONE MONS. CESARE MAZZOLARI ONLUS
INDIRIZZO:VIA COTTINELLI 22
CITTA’: CONCESIO (BS) TEL/FAX: 030/2180654
REFERENTE: VALENTINA TAMBURRO (Responsabile sede di GENOVA) E-MAIL: ass.cesar@tin.it
PAESI DI INTERVENTO: REPUBBLICA DEL SUD SUDAN
PROGETTO: PROGRAMMA PILOTA DI REINSERIMENTO ECONOMICO E SOSTEGNO AGRICOLO PER I MALATI DI LEBBRA
(SUDAN)
Partner locale: ONG Arkangelo Ali Association
Obiettivo:
Contribuire a ridurre lo stigma della lebbra e facilitare il reinserimento economico ed agricolo dei malati di lebbra trattati
nei centri sanitari.
Località di intervento:
Stato: Sudan (Sud Sudan) / Stati: Lakes, Nord Bahr El Ghazal, Warrap, West Bahr El Ghazal
Località / Payam: Agangrial, Gordhim, Mapuordit, Tonj, Wau, Yirol.
n° di pazienti sul territorio n° di malati raggiunti dal progetto
1.650 320
Beneficiari diretti:
– Persone affette da lebbra 320
– Familiari dei pazienti (media 4 familiari per paziente) 1.280
Totale beneficiari diretti 1.600
Descrizione del progetto:
Il progetto prevede di sostenere i pazienti affetti da lebbra curati dai locali centri sanitari per garantire il reinserimento
economico attraverso la dotazione di attrezzi agricoli manuali (zappe, asce, ami e reti) e la distribuzione di sacchi di
sementi per l’autoproduzione di cibo. Il progetto mira a garantire l’autonomia alimentare dei malati di lebbra e a favorire
attraverso il reinserimento economico la cancellazione dello stigma dei lebbrosi che sono emarginati dalla popolazione
locale.
Attività previste:
– Distribuzione di attrezzi agricoli manuali e attrezzatura da pesca
– Distribuzione di kit di 12 kg di sementi di sorgo/arachidi (per famiglia);
– Formazione dedicata (educazione sanitaria e formazione agricola).
Esito del progetto pilota
Questo programma (SER – acronimo di “Riabilitazione Socio Economica) è già stato sperimentato

da CESAR nel

villaggio di
Adidir presso il centro “Panamat” per 52 disabili da lebbra ed i loro familiari.