CIRCOLO DELLA LOCRIDE, ASSOCIAZIONE MEDICI IN AFRICA: REALIZZAZIONE REPARTO DI OCULISTICA OSPEDALE DI VOHIPENO IN MADAGASCAR

NOME ASSOCIAZIONE: CIRCOLO DELLA LOCRIDE, ASSOCIAZIONE MEDICI viagra canada pharmacy review IN AFRICA -GENOVA –
INDIRIZZO:VIA PASOLI 39
CITTA’: ARDORE MARINA TEL/FAX:3284005671
REFERENTE:ROBERTO POLITO E-MAIL: medicinafrica@robertopolito.it
PAESI DI INTERVENTO: MADAGASCAR
PROGETTO: REALIZZAZIONE REPARTO DI OCULISTICA OSPEDALE DI VOHIPENO IN MADAGASCAR
Il circolo missionario della Locride, dell'”Associazione Medici in Africa” con sede a Genova, sta portando avanti un
progetto che

si prefigge di reperire l’attrezzatura per l’ambulatorio e per la chirurgia oculare presso l’Ospedale di
Henintsoa a Vohipeno, nel sud est del Madagascar.
Esso è nato dal fatto che il presidente del circolo va periodicamente, come missionario, ed opera in tale zona, viagra e ogni volta
se ne torna con l’amaro in bocca per le condizioni disperate in cui, per la carenza e/o insufficienza di strumentazione,
viene a trovarsi, e dal senso what is cialis tablets used for di impotenza nel non potere ottenere dei risultati decenti.
Di patologie e di necessità ce ne sono tantissime e i casi disperati non mancano, ma poco si può fare.
Tale progetto viene portato avanti dall’Associazione attraverso le seguenti fasi:
1. Ideazione
2. Sensibilizzazione e reperimento donazioni
3. Contatti con ditte fornitrici e associazioni oculisti e Onlus
4. Acquisizione
5. Trasporto in loco
6. Messa in opera in loco e verifica
7. Inizio utilizzo in loco
8. I viaggi in Madagascar e le spese durante il soggiorno rientrano nello spirito missionario e se li paga
tassativamente il missionario oculista.
Spese, per viaggi e di rappresentanza, non vengono liquidate con le donazioni per il progetto.
Un primo passo importante è quello di sensibilizzare la popolazione sull’importanza del progetto, attraverso tutti i mezzi
e i mass media. Reperire libere donazioni anche attraverso spettacoli e cene di beneficenza.
Cercare sul mercato, attraverso l’aiuto di associazioni di oculisti e di associazioni Onlus attrezzature in donazione e/o
usate (ma valide) e/o a prezzi scontati. Poi bisogna trovare i mezzi per trasferirli in loco, dove il circolo direttamente si
occupa della sistemazione e della messa in opera dell’attrezzatura.
Per quanto riguarda il tempo di attuazione, dipende dalla risposta al progetto, oltre che dalla possibilità di reperire sul
mercato attrezzature ad esso inerenti.
Le attrezzature verranno acquisite non tutte in blocco ma gradualmente, di modo che già con il primo apparecchio, che è
quello indispensabile, si possa incominciare a lavorare nel l’autunno del 2012 , negli anni cialis erowid successivi sempre meglio e per
portarlo ragionevolmente a compimento fra circa tre anni.
Per eventuali finanziamenti sarebbe augurabile e si cerca il consiglio e la collaborazione di qualche associazione Onlus che
abbia esperienza.