FONDAZIONE PIERO E LUCILLE CORTI ONLUS: ST.MARY LACOR HOSPITAL

NOME ASSOCIAZIONE: FONDAZIONE PIERO E LUCILLE CORTI ONLUS
cialis cheap online pharmacy INDIRIZZO: PIAZZA VELASCA 6
CITTA’: MILANO 20122 TEL/FAX: 028054728
REFERENTE: LAURA SUARDI E-MAIL: l.suardi@fondazionecorti.it
PAESI DI INTERVENTO: UGANDA
PROGETTO: ST.MARY LACOR HOSPITAL
La Fondazione Corti è un’organizzazione non lucrativa dedicata al sostegno del St. Mary’s Hospital Lacor,
ospedale del nord Uganda più noto come Lacor Hospital, di cui lowest price viagra è cialis tadalafil il principale donatore. Fu fondata nel 1995
dai medici coniugi Lucille Teasdale e Piero Corti per garantire, all’ospedale a cui dedicarono la vita, un
sostegno costante e duraturo sachet de kamagra nel tempo.
Il Lacor Hospital nasce nel 1959 per iniziativa dei missionari comboniani. Nel 1961 Piero Corti, pediatra
italiano, e Lucille Teasdale, chirurgo canadese, portano qui il loro sogno: fornire “le migliori cure possibili, al
maggior numero di persone e al minor costo”. Animati da questa passione, trasformarono il piccolo centro
di 30 letti in uno dei maggiori e più apprezzati ospedali buy cialis fast shipping non a scopo di lucro dell’Africa equatoriale.
Oggi l’ospedale, con i suoi 554 letti, 35.020 http://viagraonline-avoided.com/ ricoveri e 233.566 visite ambulatoriali, è il maggiore ospedale
privato non a scopo di lucro dell’Uganda e il secondo del Paese dopo quello universitario della capitale. Dal
1988 ha curato più di 4 milioni di http://kamagrajelly-oral.com/ persone e attualmente cura una media di oltre 270mila persone l’anno tra
ricoveri e visite ambulatoriali. Oltre il 70% dei suoi pazienti sono bambini da zero a cinque anni e donne.
Oltre alle cure fornisce formazione nelle sue scuole per infermiere, tecnici di laboratorio e di anestesia ed è
polo universitario e sede di tirocinio.
Nei suoi 53 anni di cialis vs viagra storia, l’ospedale ha superato molte situazioni di crisi, ed è stato studiato come modello
in http://cialiscoupon-treated.com/ un contesto sociale difficile caratterizzato da 20 anni di conflitti, epidemie e povertà estrema. Durante gli
anni peggiori di guerra, il Lacor offriva online pharmacy ogni notte aurochem cialis asilo a migliaia di persone (fino a 14.000) che si
affollavano nei cortili e all’interno dell’ospedale per dormire al sicuro dai rapimenti dei ribelli. Erano
soprattutto bambini, ricercati sildenafil online per farne soldati. Un altro periodo di crisi coincise con l’epidemia di Ebola del
2000. La sua diffusione fu contenuta anche grazie all’efficace intervento diretto dal dott. Matthew Lukwiya.
Questa lotta costò la vita a 13 persone dello staff ospedaliero, compreso lo stesso Dott. Matthew.
Il Lacor buying viagra over the counter Hospital, con i suoi 598 dipendenti ugandesi, è uno dei maggiori datori di lavoro privati del nord
Uganda. L’ospedale è anche polo universitario della Facoltà di Medicina dell’Università Statale di Gulu, sede
di tirocinio per medici laureati levitra coupon e offre numerosi corsi di formazione sanitaria a vari livelli (circa 300 studenti
residenti). Migliaia di bambini hanno ricevuto un’educazione grazie alla cooperativa di credito
dell’ospedale. Se si considera anche l’indotto economico generato da una realtà di questo calibro, è facile
capire come il ruolo del Lacor Hospital sia determinante per lo sviluppo sociale ed economico della regione.