OVCI LA NOSTRA FAMIGLIA: bambini disabili

NOME ASSOCIAZIONE: OVCI LA NOSTRA FAMIGLIA
INDIRIZZO: VIA DON LUIGI MONZA, 1
CITTA’: PONTE LAMBRO (CO) TEL/FAX: 031-625311 – FAX 031-625243
REFERENTE: CASARI MARIA ANGELA E-MAIL: ovci@pl.lnf.it
PAESE DI INTERVENTO: MAROCCO – RABAT
PROGETTO
Dal 2003 al 2006 OVCI, in partenariato con l’Associazione Amici dei Bambini e con la Lega Marocchina per l’Infanzia
Abbandonata, Comitato Rabat-Salé (controparte locale), ha implementato un progetto che mirava a:
• migliorare la qualità di vita, favorendo l’integrazione sociale dei bambini disabili,
• prevenire l’abbandono, grazie alla creazione di servizi riabilitativi sul territorio.
Questo progetto ha permesso la presa in carico di 352 bambini e delle loro famiglie.
Da questa importante esperienza, alcuni genitori dei bambini con disabilità seguiti da OVCI hanno iniziato ad interrogarsi su
come associarsi per avere un peso maggiore nella società marocchina e dare un contributo diretto all’educazione dei
bambini con disabilità in generale. E’ partita una riflessione e un confronto con due entità italiane, l’Associazione Genitori de
La Nostra Famiglia e il Consiglio Nazionale sulla Disabilità.
Il 30 marzo 2006 è nata l’Associazione Genitori marocchina “Casa Lahnina” (Casa della Tenerezza): ne fanno parte genitori di
bambini disabili che lottano per l’inclusione dei loro figli nella vita sociale del Paese.
Il lavoro di OVCI è continuato dal 2007 al 2009 in collaborazione con l’Associazione Genitori Casa Lahnina ed il Ministero
dell’Educazione del Marocco, per: facilitare l’inclusione scolastica di bambini disabili, attraverso la formazione di insegnanti
di scuola speciale – mettere in condizione l’Associazione “Casa Lahnina” di attivare ed implementare due esperienze pilota: il
primo Centro Socio-Educativo (CSE) di tutto il Marocco, per soggetti con grave disabilità una Classe Speciale pilota (CLIS) per
bambini con disabilità medio-lieve
PROGETTI IN CORSO
Servizio di Accompagnamento, Formazione, Informazione e messa in Rete per la promozione della presa in carico precoce
dei bambini con disabilità nella provincia di Skhirat – Temara”, con l’obiettivo di:
– creare ed attivare uno sportello di orientamento rivolto ai genitori di bambini disabili di Temara, gestito dall’Associazione
“Casa Lahnina”, all’interno dell’istituto scolastico “Zerara” della città di Temara. Si prevede che saranno prese in carico
almeno 150 famiglie dal primo anno
– organizzare attività di formazione ed aggiornamento professionale di circa 120 insegnanti di Classe Speciale nella Regione
Rabat-Salé-Zemmour-Zaer
– organizzare attività di sensibilizzazione a livello governativo; con il coinvolgimento di “Casa Lahnina” saranno svolte attività
di informazione e formazione per la promozione – a tutti i livelli – dei diritti delle persone con disabilità.
Ad oggi è stata assegnata la scuola dove si terrà il servizio di orientamento alle famiglie, è avvenuta la ristrutturazione delle
aule nella scuola di Temara e nel mese di marzo 2012 – grazie alla missione di un’esperta – proseguirà la formazione
dell’assistente sociale che si occupa della presa in carico e dell’orientamento delle famiglie di bambini disabili della zona.
Nel settembre 2011, un educatore del CSE e un’assistente all’autonomia hanno partecipato ad una manifestazione sulla
disabilità chiamata “Handy Cup” che si é svolta sull’isola di Malta. Si é trattato di un evento organizzato dalla ONG italiana
“Handy Cup” e dalla ONG maltese “In spire” e che ha raggruppato molte associazioni italiane e del nord africa attive nel
campo della disabilità. Dal Marocco era presente solo “Casa Lanina”.
FINANZIATORI: UE –