SOLETERRE-STRATEGIE DI PACE ONLUS: LE CURE SI MUOVONO IN AFRICA

NOME ASSOCIAZIONE: SOLETERRE-STRATEGIE DI PACE ONLUS
INDIRIZZO: VIA BAZZINI 4, 20131 MILANO (MI)
CITTÀ: MILANO TEL/FAX: telefono 02.57609307 – fax 02.23951365
REFERENTE: GRAZIA PAOLERI E-MAIL: grazia.paoleri@soleterre.org
PAESI DI INTERVENTO: In Africa: MAROCCO, COSTA D’AVORIO, REPUBBLICA CENTRAFRICANA, REPUBBLICA
DEMOCRATICA DEL CONGO, UGANDA (in fase di avvio).
PROGETTO: “LE CURE SI MUOVONO IN AFRICA”
L’obiettivo del progetto è di migliorare le condizioni di salute della popolazione del Distretto Sanitario di
Zongo, al confine con la Repubblica Centrafricana, allestendo e gestendo un Nucleo Chirurgico Mobile
“Orion” (NCM) da campo per potere eseguire interventi chirurgici di elezione. Il progetto prevede il
trasporto e l’installazione a Zongo di una struttura chirurgica mobile.
TEMPI E FASI DI SVOLGIMENTO: Il progetto è iniziato a Gennaio 2010 e prevede la promozione di diverse
attività: potenziamento infrastrutturale (trasporto e allestimento di un centro chirurgico; costruzione dei
reparti di degenza, di maternità, di pediatria ); sensibilizzazione, educazione igienico-sanitaria e
disseminazione al livello territoriale; formazione/riqualificazione del personale medico e paramedico;
promozione dei servizi sia a livello centrale nell’Ospedale Chirurgico di Zongo, sia a livello territoriale.
COLLABORAZIONI: Il progetto prevede come partner locale la Congregazione delle Figlie di San Giuseppe di
Genoni. Soleterre si avvale della collaborazione della ONLUS Magic Amor (M.A.R); la Fondazione Claudi che
ha donato il nucleo chirurgico mobile; la ASL Roma F di Civitavecchia.
RAPPORTI CON LA POPOLAZIONE E IL TERRITORIO: la Congregazione delle Figlie di San Giuseppe di Genoni
promuove e gestisce a Zongo attività umanitarie e sociali dagli anni ’80 e per questo gode di un
riconoscimento da parte sia della popolazione che delle autorità locali e provinciali.
RAPPORTI CON LE ISTITUZIONI: Il progetto ha già ottenuto la collaborazione di: Ministero degli Affari Esteri
Italiano; Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo, Ufficio VI (emergenze), che ha dato
mandato all’Ufficio Nazioni Unite WFP – UNHRD Brindisi di occuparsi del trasporto dei container dall’Italia
fino a destino; Ministero della Salute Italiana; Ministero della Difesa Italiano; Ambasciatore

della Repubblica
Democratica del Congo presso la Santa Sede.
PERSONALE COINVOLTO: un coordinatore del progetto in Italia, un project manager per il coordinamento
delle attività di progetto in loco, 5 agenti di sanità pubblica, un’ostetrica, un medico chirurgo.
FINANZIAMENTI: Mediafriends-La Fabbrica del Sorriso; Regione Veneto; Regione Lazio; Fondi Privati.